Vai al contenuto

NATALE curiosità il compleanno di Gesù di Nazareth è davvero il 25 dicembre? Il vero compleanno di Gesù è sconosciuto

In tutto il mondo, milioni di persone si riuniscono ancora la vigilia di Natale, il 24 dicembre, per celebrare la prossima nascita di Gesù Cristo. Ma Gesù è nato davvero in quella data? Il vero compleanno di Gesù è sconosciuto…

Nel Nuovo Testamento non viene menzionata la data di nascita di Gesù. Anche nell’Enciclopedia di Teologia e Chiesa si dice: “Il vero compleanno di Gesù è sconosciuto”. Non c’è da stupirsi, perché la gente in quel momento era completamente all’oscuro dell’anno e del giorno. Fino ad oggi il vero compleanno di Gesù non è ancora chiaro. Ma gli storici nel frattempo concordano sul fatto che Gesù non è nato né il 25 dicembre né nell’anno 0.

Il 25 dicembre 336, più di trecento anni dalla morte di Gesù di Nazareth, fu registrata la prima celebrazione del Natale…ecco le curiosità del compleanno più festeggiato della storia…. il Natale

Il 25 dicembre non è il vero giorno della nascita di Gesù, ma non rende questo evento meno degno di essere celebrato.

Alcuni dicono che Gesù sia nato in primavera, ma non ci sono molte prove dietro questa teoria.

Anche se la data non è storicamente precisa, il Natale è comunque un momento fantastico per condividere allegria e amore con tutti quelli che ti circondano.

Per molti cristiani rimane un ottimo momento per riflettere sulla vita di Gesù e condividerla con gli altri.

Ogni anno, il 25 dicembre, i cristiani di tutti gli angoli della Terra si riuniscono per celebrare con stile la nascita di Gesù.

Cantano bellissimi inni, decorano le loro case, celebrano servizi solenni e si scambiano doni per celebrare questa gioiosa occasione.

Anche le persone che non sono religiose si uniscono ai festeggiamenti.

Ma il compleanno di Gesù era davvero il 25 dicembre? Scopriamolo.

Secondo la Bibbia, una data di nascita in dicembre è improbabile, perché ci sono varie indicazioni nella Bibbia che la data del 25 dicembre non può essere corretta.

La storia della nascita di Gesù inizia nel Vangelo di Luca con l’imperatore Augusto che chiede un censimento. Per questo motivo, Giuseppe parte per il viaggio di 150 chilometri da Nazareth a Betlemme con Maria, incinta.

Che questo censimento sia avvenuto in inverno è improbabile nella realtà: l’imperatore si sarebbe davvero aspettato che il suo popolo facesse un viaggio così lungo e faticoso in pieno inverno?

Quando Maria e Giuseppe arrivano a Betlemme, lei dà alla luce suo figlio. Il neonato, dentro la capanna viene avvolto e messo in una mangiatoia con paglia pulita.

Da qui il presupposto che Gesù sia nato in una stalla Nel Vangelo di Luca si legge: “E c’erano pastori nella stessa regione, che stavano in campo aperto e vegliavano di notte sul loro gregge” (Lc 2,8).

Anche questo suggerisce un compleanno in una stagione più calda, perché in pieno inverno non ci sono greggi di pecore nei campi intorno a Betlemme.

In questo periodo dell’anno non c’è erba nei campi e gli animali sono tenuti in una stalla.

Cosa dice la Bibbia sul compleanno di Gesù?

La Sacra Bibbia accanto ai fiori.

Due libri della Bibbia, Matteo e Luca, raccontano la storia della nascita di Gesù. Entrambi i racconti iniziano con la visita dell’angelo a Maria, dove rivela che lei partorirà un figlio.

Fortemente incinta, Maria e suo marito Giuseppe si recarono nella loro città natale, Betlemme, a causa di un nuovo ordine di Cesare Augusto.

Sfortunatamente, all’arrivo non c’erano camere disponibili, quindi hanno alloggiato in una stalla con animali da fattoria. Fu qui che Maria diede alla luce Gesù e lo mise in una stalla.

Il racconto biblico non rivela nulla sulla data di nascita di Gesù.

Ma c’è una scia di pangrattato che potrebbe portarci alla risposta. Nel libro di Luca, un angelo annuncia la nascita di Gesù ai pastori che custodiscono di notte le loro pecore.

In che modo questo aiuta? Esclude dicembre e altri mesi invernali. Dopotutto, sembra improbabile che i pastori stiano a guardare le pecore in una notte fredda.

Invece, alcune fonti ipotizzano che Gesù sia nato in primavera.

Ma senza ulteriori informazioni per andare avanti, questo sembra un tratto.

Gesù è nato il 25 dicembre?

La silhouette del presepe.

La semplice risposta è no, Gesù non è nato il 25 dicembre.

Anche se il mondo celebra il Natale in questa data, non è storicamente accurata.

Il Natale, che si traduce in “messa nel giorno di Cristo”, divenne parte della tradizione cristiana più di tre secoli dopo la morte di Gesù.

Perché il compleanno di Gesù si festeggia il 25 dicembre?

Una statua dell'imperatore Costantino

Quindi, sappiamo che Gesù non è realmente nato il 25 dicembre, ma come mai tutto il mondo lo festeggia in quel giorno?

I primi cristiani non volevano celebrare i compleanni dei santi e dei martiri. Credevano che celebrare il loro martirio fosse più nobile e vedevano le celebrazioni del compleanno come una pratica pagana.

Il 25 dicembre 336, a più di trecento anni dalla morte di Gesù, fu registrata la prima celebrazione del Natale.

È successo sotto il regno dell’imperatore Costantino e si pensava fosse una mossa politica per indebolire le religioni pagane e le loro pratiche.

Prima che l’imperatore Costantino rendesse il 25 dicembre una celebrazione cristiana, era riservato ad altre tradizioni religiose.

Nell’Impero Romano precristiano del III secolo , il 25 dicembre si celebrava il sole invitto (Sol Invictus). Era anche il giorno in cui si celebrava la nascita di Mitra, Dio della luce e della lealtà.

C’è un’altra teoria sull’origine delle celebrazioni natalizie del 25 dicembre di Sesto Giulio Africano.

Era uno storico cristiano romano che presumeva che Maria avesse concepito Gesù il 25 marzo .

Questa era la stessa data in cui credeva che il mondo fosse stato creato. Seguendo questa teoria, Gesù sarebbe nato nove mesi dopo, il 25 dicembre.

Se c’è qualcosa su cui la maggior parte degli studiosi concorda, però, è che la tradizione di festeggiare il Natale proprio il 25 dicembre risale agli antichi romani: proprio in questo periodo infatti cade il solstizio d’inverno e per i romani significava l’avvento dei Saturnalia, che duravano dal 17 al 23 dicembre e festeggiavano il dio Saturno.

Scegliere come data il 25 dicembre voleva rispondere dunque all’intenzione della Chiesa Romana di inglobare il periodo di festa pagana.

In ogni caso, come rimarca Reza Aslan, l’importante è sempre scindere la realtà storica – l’insieme di fatti sulla cui veridicità si può ancora indagare a fondo – dal Credo religioso: il 25 dicembre è quest’ultimo che viene festeggiato.

Links alle fonti approfondimenti sul compleanno di Gesù di Nazareth

https://www.thefactsite.com/when-was-jesus-born/

https://www.huffingtonpost.it/2016/12/19/25dicembre-festeggiare-natale-gesu_n_13722228.html

https://www.lignoma.com/it/rivista/nascita-di-gesu-quando-e-nato-gesu/

compleanno di Gesù di Nazareth by Google…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *