Vai al contenuto

Poesia in rima Grullo Grulli cuore impavido

Grullo Grulli dal manto scuro, che passeggi con garbo sicuro, sul suo destriero coraggioso, sembri un nobile e fiero sposo.

Nella sua anima un fuoco arde, di coraggio e di amore palpitante, salva ogni creatura smarrita, con la tua forza sorprendente.

Grullo Grulli, cavaliere audace, che la giustizia con ardore abbraccia, nel suo cuore vive la passione, di difendere ogni povero e ogni nazione.

I popoli ti riveriscono, o eroe, con la tua lancia e il tuo grande cuore, sconfiggi il male con destrezza, Grullo Grulli, sei la nostra certezza.

Con passo leggero, senza fretta, Grullo Grulli camminava in fretta, Sulle strade di un mondo incantato, Dove tutto sembrava dorato.

L’inverno era ormai alle spalle, La primavera con i suoi petali svolazzanti Colorava il paesaggio con sfumature brillanti, E Grullo Grulli ne era rapito dalle stelle.

I fiori sbocciavano nei prati fioriti, Gli uccelli cantavano nei rami fioriti, E l’aria profumata di fresco era piena, Di dolcezze che solo la natura sa dare.

Grullo Grulli si sentiva lieve, Come una piuma portata dal vento, E sorrideva alla vita che lo circondava, Con un cuore pieno di amore e contento.

E così, con passo leggero, senza fretta, Grullo Grulli continuava la sua vita perfetta, In un mondo di magia e poesia, Dove ogni istante era un’eterna armonia.

A mezzogiorno sul far della sera, Grullo Grulli si fermò sulla riveira. Guardò il mare con occhi sognanti, E nel cuore sentì emozioni vibranti.

Il sole tramontava dietro le montagne, E il cielo si tingeva di mille sfumature strane. Lui si sentiva parte di quel grande spettacolo, E nel suo animo risvegliava un fuoco folle.

Le onde del mare danzavano dolcemente, E lui si sentiva libero finalmente. Abbandonò ogni pensiero, ogni preoccupazione, E si immerse nell’incanto di quella visione.

Il vento gli accarezzava il viso, E lui assaporava quel magico momento con delizioso sorriso. Grullo Grulli sapeva che quelle emozioni, Erano il tesoro più grande delle sue canzoni.

E così, con il cuore pieno di gratitudine, Ringraziò il mare per regalargli tanta bellezza senza fine. E in quel momento sentì nascere in sé una nuova poesia, Che avrebbe cantato con gioia per tutta la sua vita.

Grullo Grulli 3 maggio 2010

Poesia in rima Grullo Grulli cuore impavido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *