Vai al contenuto

Leonardo da Vinci con gli Extraterrestri romanzo di fantasia by Grullo

L’incontro con gli extraterrestri di Leonardo da Vinci, il pittore, l’inventore, l’ingegnere, era diventato anche l’ambasciatore dell’umanità tra le stelle…. ecco il romanzo.. G. G.

Leonardo da Vinci Davinci aliens UFO extraterrestri

Tra le colline toscane, sotto un cielo stellato che scintillava come un immenso manoscritto cosmico, Leonardo da Vinci, il genio universale del Rinascimento, si aggirava pensoso.

La sua mente, instancabile esploratrice dei misteri del cielo e della terra, era attratta da una luce insolita che pulsava in lontananza. Incuriosito, seguì il bagliore che lo condusse fino alla cima di una collina spoglia, dove un oggetto metallico di forma ovale giaceva silenziosamente nell’erba.

Era un’astronave, una creatura di metallo e luce proveniente da un mondo lontano. Leonardo, con il suo cuore intriso di stupore e trepidazione, si avvicinò cautamente all’oggetto.

Un sibilo sottile ruppe il silenzio e la porta dell’astronave si aprì, rivelando una rampa luminosa che invitava all’esplorazione. Leonardo, spinto da un’irrefrenabile sete di conoscenza, salì a bordo, varcando la soglia di un universo sconosciuto.

All’interno dell’astronave, Leonardo fu accolto da creature altissime e snelle, con pelle diafana e occhi grandi e luminosi. Comunicavano attraverso telepatia, trasmettendo pensieri e immagini alla mente di Leonardo.

Nonostante la diversità di specie, il genio italiano si sentiva stranamente in sintonia con questi esseri provenienti dalle stelle.

Nelle ore successive, Leonardo e gli alieni intrapresero un dialogo affascinante, uno scambio di conoscenze che trascendeva i confini del tempo e dello spazio.

Leonardo apprese i segreti di mondi lontani, di tecnologie avanzate e di filosofie profonde che sfidavano la sua stessa comprensione della realtà. In cambio, condivise con loro la sua vastissima conoscenza di arte, scienza e ingegneria, offrendo loro una finestra sul Rinascimento e sul genio umano.

L’incontro con gli extraterrestri segnò un punto di svolta nella vita di Leonardo.

Tornato sulla Terra, era un uomo trasformato, pieno di una nuova ispirazione e di una visione ampliata del cosmo.

Le sue opere successive, impregnate di questa esperienza trascendentale, acquisirono una profondità e una complessità senza precedenti.

L’incontro di Leonardo con gli alieni aveva dimostrato che l’universo era un luogo pieno di meraviglie inaspettate, e che la sete di conoscenza e l’apertura mentale erano le chiavi per svelarne i misteri.

E così, tra i colli toscani, sotto la volta celeste che custodiva il suo segreto, Leonardo da Vinci continuò a sognare, a creare e ad esplorare, lasciandoci un’eredità che ancora oggi ci ispira a guardare oltre le stelle e a sognare l’incommensurabile.

Grullo Grulli 1 maggio 1994

Leonardo da Vinci con gli Extraterrestri romanzo di fantasia by Grullo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *