Vai al contenuto

Una scrittrice fà domanda per il proprio lavoro dopo che uno stipendio più alto è stato offerto per lo stesso lavoro nella nuova inserzione

Una donna di New York ha recentemente affermato sui social media di aver fatto domanda per un annuncio di lavoro per la sua attuale posizione dopo che la sua azienda ha pubblicato la stessa posizione con uno stipendio significativamente più alto….

La mia azienda ha appena pubblicato su LinkedIn un annuncio per il lavoro che svolgo attualmente e ora, grazie alle leggi sulla trasparenza salariale, so che intendono pagare questa persona dai 32.000 fino ai 90.000 dollari in più rispetto a quanto mi pagano attualmente, quindi non ho perso tempo e mi sono candidata per quella posizione Kimberly Nguyen

Kimberly Nguyen, una scrittrice di esperienza utente (UX) di 25 anni, ha condiviso nella sua serie di tweet ormai virali che si è imbattuta nell’annuncio di lavoro su LinkedIn , che pubblicizzava una fascia di stipendio che era “$ 32k-$ 90k più di attualmente mi pagano”.

Nguyen ha dichiarato martedì di aver scoperto la discrepanza a causa di una legge sulla trasparenza salariale recentemente emanata a New York , che richiede alle aziende di includere una fascia di retribuzione nelle loro offerte di lavoro. Sebbene la legge avesse lo scopo di promuovere l’equità retributiva, ha anche messo in luce politiche salariali ineguali, come nel caso di Nguyen.

“La mia azienda ha appena pubblicato su LinkedIn un annuncio di lavoro per quello che sto facendo attualmente (quindi stiamo assumendo un altro scrittore di UX) e ora grazie alle leggi sulla trasparenza salariale, vedo che intendono pagare a questa persona $ 32k-$ 90k in più di quanto mi pagano attualmente, quindi ho fatto domanda”, ha twittato.

Nguyen, una poetessa e saggista vietnamita americana che ha pubblicato il suo primo libro di poesie nell’ottobre dello scorso anno, ha twittato di aver risposto al messaggio facendo domanda per il proprio lavoro.

Nei suoi tweet, Nguyen ha espresso frustrazione per gli sforzi di “inclusione” performativi del suo attuale datore di lavoro e una mancanza di risoluzione riguardo al proprio sottopagamento.

“Ho anche discusso per mesi sulla disparità retributiva. Ho detto più volte ai miei manager che so di essere sottopagato. Ho avuto la possibilità e loro sanno che possono farlo proprio ora in un mercato del lavoro difficile, ” lei scrisse.

Il tweet iniziale di Nguyen ha ricevuto oltre 12,3 milioni di visualizzazioni e 221.000 Mi piace. Diversi utenti di Twitter si sono immedesimati in lei e hanno scritto delle loro esperienze simili rispondendo al suo thread su Twitter.

“Vorrei averci pensato. Ho ereditato un manager di linea in una riorganizzazione e ho appreso che sono stati pagati sostanzialmente più di me”, ha scritto un utente. “Mi è stato detto che non potevano adeguarsi a metà anno, ma hanno promesso di risolverlo al momento del bonus. Non l’hanno risolto al momento del bonus”.

Links alle fonti per approfondimenti

https://news.yahoo.com/woman-reapplies-her-own-job-185210821.html

https://www.curioctopus.it/read/44288/vede-un-annuncio-di-lavoro-della-sua-azienda-ma-lo-stipendio-proposto-e-superiore-al-suo:-si-candida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *