Vai al contenuto

La Gioconda Ritratto di Monna Lisa quadro 🖼 dipinto capolavoro di Leonardo Da Vinci curiosità storia aneddoti segreti e misteri

siamo davvero certi di conoscere tutto su questo quadro geniale?

È uno dei quadri più importanti di tutti i tempi, la Gioconda di Leonardo da Vinci. Dipinta tra il 1503 e il 1513, a distanza di cinque secoli continua ad appassionare studiosi, critici e semplici ammiratori del genio di Leonardo.

La metà di sinistra del viso della Gioconda sembra più seria e con una età di poco più avanzata rispetto al lato destro che ci apparire più giovanile e sorridente. IL PAESAGGIO – Alle sue spalle vediamo un paesaggio che diviene sempre più indefinito e sfocato con la maggior distanza.

La Gioconda o il Ritratto di Monna Lisa di Leonardo da Vinci è forse l’opera italiana più famosa al mondo. Il segreto di tanto successo probabilmente sta nel fascino magnetico che esercita: misteriosa, impenetrabile, ambigua.

Continua a leggere su..

https://libreriamo.it/arte/5-curiosita-sulla-gioconda/

  • Non è stata portata via dall’Italia da Napoleone, bensì è sempre stata in Francia per volere di Leonardo che la vendette a Francesco I.
  • Analisi accurate hanno rivelato che la Gioconda era inizialmente raffigurata con indosso una cuffia.
  • Il velo che si trova sul capo della donna raffigurava in quel periodo lo stato interessante, dunque, è probabile che la donna sia incinta.
  • Lo sfondo è diviso dalla figura della donna e gli orizzonti tra il lato destro e quello sinistro non corrispondono, pertanto probabilmente si tratta di due paesaggi diversi.
  • Il quadro è stato rubato nel 1911 da un ex-impiegato italiano del Louvre, Vincenzo Peruggia, ma furono da subito sospettati Guillaume Apollinaire e Pablo Picasso, per via del loro movimento d’avanguardia.
  • Un allievo di Leonardo (forse il Salaì o Francesco Melzi) ha realizzato una copia della Gioconda, ora conservata al Museo del Prado di Madrid.
  • L’identità della donna risulta ancora dubbia; si ritiene sia Lisa Gherardini, moglie di Francesco del Giocondo, ma sono presenti diverse altre identificazioni, tra cui l’ideale madre del pittore o il pittore stesso.

Continua a leggere i segreti di Leonardo da vinci su:

https://segretidileonardodavinci.blogspot.com/

http://www.sulromanzo.it/blog/9-cose-che-forse-non-sai-sulla-gioconda-di-leonardo-da-vinci

Perchè il presidente Kennedy diceva di essere cugino della Gioconda? La vicenda

Furto della Gioconda – “La Gioconda ritrovata”. Dove fu nascosta? Il racconto della figlia di Peruggia

… E molte altre curiosità sulla Gioconda su.

https://www.stilearte.it/category/la-gioconda-tutti-gli-studi-e-curiosita/

La Gioconda Ã¨ un dipinto a olio su tavola eseguito da Leonardo da Vinci intorno al 1503. Misura 77 per 53 cm ed è oggi conservato al Musée du Louvre.
Il mistero che aleggia intorno all’identità della donna ritratta è un infondato luogo comune, alimentato dalla recente letteratura su Leonardo, che vede segreti nascosti praticamente ogni attività del maestro toscano. La soluzione è in realtà piuttosto semplice.    

Giorgio Vasari espone con chiarezza e sicurezza che Francesco del Giocondo, ricco mercante fiorentino, commissiona a Leonardo il ritratto di sua moglie Lisa Gherardini. Non illustra nei dettagli il motivo per cui l’opera non arriverà mai nella casa del suo committente ma lo lascia intuire spiegando che il pittore ci lavora per ben quattro anni e non lo porta a compimento.
L’identificazione è confermata anche da una annotazione del cancelliere Agostino Vespucci risalente al mese di ottobre del 1503: «Come il pittore Apelle, così fa Leonardo da Vinci in tutti i suoi dipinti, ad esempio per la testa di Lisa del Giocondo e di Anna, la madre della Vergine. Vedremo cosa ha intenzione di fare per quanto riguarda la grande sala del Consiglio, di cui ha appena siglato un accordo con il gonfaloniere».  

Il quadro resta quindi al suo creatore e diventa per lui un esercizio di stile, tanto che continuerà a lavorarci e ad apportarvi modifiche per almeno dieci anni. Lo seguirà in tutti i suoi viaggi e sarà con lui fino alla fine, nella sua ultima dimora ad Amboise, dove, con ogni probabilità il re Francesco I lo acquista dall’allievo e erede Gian Giacomo Caprotti.

Continua a leggere La Gioconda: storia, descrizione e significato del dipinto di Leonardo A cura di Sonia Cappellini

  1. La Gioconda di Leonardo
  2. Analisi dell’opera
  3. La tecnica di Leonardo da Vinci
    1. Il contrapposto
    2. Lo sfumato
    3. La prospettiva aerea
  4. Imitazioni e citazioni
  5. Guarda il video sulla Gioconda
  6. Concetti chiave

È la rappresentazione pittorica più famosa, quella più imitata e replicata in decine di forme e modi per gli scopi più disperati, questo dipinto non solo rappresenta il suo autore quale Leonardo da Vinci, ma è anche il simbolo di un’intera epoca che ha lasciato un segno indelebile nella storia dell’uomo, un periodo storico a cavallo tra il vecchio mondo e quello che si apprestava a diventare il nuovo, esaltando quindi quel periodo rinascimentale.

La Gioconda il quadro delle mille ipotesi, studi e congetture, che da sempre alimentano i tanti misteri che aleggiano intorno a questo dipinto, secondo alcune teorie, infatti, questo quadro nasconderebbe messaggi in codice…

Altre teorie dicono che l’immagine della Gioconda in realtà sarebbe un autoritratto dello stesso Da Vinci, dove in alcuni studi si fa riferimento a una presunta omosessualità dell’artista, questo se fosse confermato spiegherebbe il ruolo della Gioconda, in altre parole lo stesso Leonardo in abiti femminili, ma anche questa è solo una delle tante storie misteriose del famoso quadro.

La Gioconda è stata analizzata nei minimi dettagli, ogni centimetro quadrato è stato passato alla lente d’ingrandimento per scoprire eventuali messaggi o significati nascosti, anche se alcune stranezze possono essere notate a una prima occhiata, come ad esempio il paesaggio dietro la Gioconda, nel lato destro è un tipo e nel sinistro un altro, e i due sembra non abbiamo nulla in comune, ma potrebbe essere stata anche solo una svista creativa.

In Francia la Gioconda arriva proprio per mano di Leonardo che la porta con sé ad Amboise nel 1516….

Continua a leggere su…

Documentario La Gioconda i segreti e misteri

DEEPNOSTALGIA LA Gioconda MONNA LISA ANIMATA

Un’applicazione del sito MyHeritage permette di animare per una decina di secondi qualsiasi volto in foto. Il servizio è pubblicizzato per dare vita alle vecchie foto di famiglia, e di cari che non ci sono più. 

L’intelligenza artificiale questa volta si concentra sulle persone che non ci sono più e dà vita a Deep Nostalgia, un’applicazione che permette di animare il volto di una persona fotografata e che la società MyHeritage ha abbinato al concetto di “animare i volti delle proprie foto di famiglia”, più adatto al suo settore di business che riguarda la genealogia..

Documento Ulisse Il mondo della Gioconda di Leonardo
Codice Monna Lisa
Alberto Angela il segreto della Gioconda

Quadro e Telaio la Gioconda di Leonardo da Vinci 60 x 40 x 1,7 cm Falso d’autore Stampa su Tela

Niik Quadro + Telaio (BC) la Gioconda di Leonardo da Vinci 60 x 40 x 1,7 cm Falso d’autore Stampa su Tela acquistabile su amazon.it

Se ci fosse Leonardo oggi e vedesse tutto sto casino.. che, farebbe? Riflettiamo! Ma Leonardo c’è ancorra, tiriamolo fuori !
Se, avete frasi pensieti scriveteli nei commenti.

Voglio che tirate tutti fuori una genialità che é nascosta in voi.. E se volete fatela conoscere a me e al mondo 🌏 il vostro Grullo Grulli

Puó bastare? 👍 🤪 … Lascia un commento.. C’è Qualcosa di Meglio? 👍😵 Write a commenti.. Is There something Better? 😂 ðŸ‘â¤ï¸It should be enough?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *